FANDOM


Dishonored icon renderDishonored game of the year edition iconDishonored 2 icon

Gristol mappa

L'Isola di Gristol è un libro mai pubblicato in Dishonored.

Contenuto

[Estratto da un volume sulla geografia e la cultura di Gristol]

Famosa per le verdi colline e i prati nebbiosi, Gristol è la più grande fra le isole e ospita metà della popolazione mondiale. Per la maggior parte, si tratta di persone semplici che vivono in zone rurali, allevando pecore, buoi e gazzelle per la carne e la pelle. Disseminate per la nazione, vi sono anche cinque vere e proprie città. Fra queste, la capitale Dunwall si trova al confine meridionale di Gristol.

In generale, la popolazione è allegra e laboriosa. Ama la pesca, i pasticci di pecora e la birra. L'Abbazia dell'Uomo Qualunque ha una presenza molto radicata: i fedeli si radunano settimanalmente e durante le festività religiose più importanti. La Marina Imperiale, sebbene sia costituita da uomini provenienti da tutte le isole, è molto rispettata. Alcune famiglie perpetuano l'antica tradizione di far arruolare almeno un giovane per generazione.

Oltre all'agricoltura, alla navigazione e al commercio delle balene, Gristol è disseminata di grandi miniere. Ognuna di esse è controllata da una o più famiglie aristocratiche (i Boyle, i Pendleton, i Brimsley e così via).

Localizzazione

Il libro non è presente in alcuna missione di Dishonored, ma è comunque trovabile tra i file del gioco con il testo completo. Esso però è incluso in Dishonored: The Dunwall Archives insieme ad un altro libro escluso dal gioco, Il Ponte di Kaldwin.

Fonte

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.